Cosa Accade Se Scegli il Miglior Hosting per WordPress?

Stai per aprire un sito o blog e non sai proprio quale hosting scegliere? Hai già un tuo sito ma è talmente lento da far scappare i tuoi visitatori (e potenziali lettori) a gambe levate?

Sei capitato nel posto giusto. Sappi che con qualche piccolo accorgimento e soprattutto con l’hosting giusto, la lentezza non sarà più un problema, ed inoltre potrai andare incontro ad altri importantissimi vantaggi di cui ti parlerò nella mia guida!

Sono anni che mi occupo del web, e ho quindi deciso di mettere a punto questa guida definitiva.

In questa guida ti parlerò di:

  • Hosting e dominio;
  • Piattaforme;
  • Velocità e caricamento;
  • Ottimizzazione e Seo…

… e tutto ciò che ti serve per avere un sito a prova di velocità!

Sei pronto? Iniziamo! Ma prima… ti racconto la mia storia!

Chi sono e come sono arrivato fin qui

Il mio nome è Alessandro, ho sempre avuto una forte passione per il mondo del web e sin da quando ero un ragazzino, mentre i miei amici amavano trascorrere il loro tempo giocando a pallone, io avevo un blog personale, che utilizzavo per diletto.

Il mio primo blog fu sulla piattaforma di Windows Live Spaces: a quei tempi non c’erano ancora tutte le possibilità di personalizzazione che oggi è possibile fare anche con i blog, ma avevo una passione così forte per il settore che iniziai a studiare, a provare i codici HTML, fin quando il mio blog aveva preso un aspetto davvero professionale!

Continuai ad aggiornarlo ed a tenermi aggiornato fin quando la piattaforma non chiuse i battenti. A quel punto, decisi che era arrivato il momento di fare il salto di qualità, e così mi informai sulle possibilità di successo che avrei avuto passando ad un hosting di qualità.

Come spesso accade quando non c’è una grande conoscenza del settore professionale – io comunque nascevo come autodidatta – si tendono a fare degli errori, ed il mio è stato quello di fidarmi troppo delle pubblicità e delle recensioni che trovavo sui vari hosting, perdendo di vista ciò che mi avrebbe davvero aiutato a fare quel famigerato salto di qualità.

Ritieniti fortunato, seguendo la mia guida ed i miei consigli, potrai evitare tutti gli errori che ho fatto io, e partirai con qualche vantaggio in più!

Ovviamente, voglio precisarlo, non sono il dio degli hosting e non ti sto proponendo il migliore hosting esistente sulla faccia della terra: vi sono anche dei limiti di budget che mi sono posto, e che mi hanno consentito di effettuare una scelta sulla base anche di questo.

Per cui, quella che ti propongo è quella che io ritengo la migliore soluzione rispetto agli hosting della stessa fascia di prezzo: si tratta di una soluzione idonea alla gestione di un blog personale o comunque di un sito che abbia circa 100 mila visitatori unici mensili. 100 mila visitatori al mese non sono affatto pochi, quindi questa è la soluzione più idonea per la maggior parte dei progetti online.

Importante: Io mi sono posto una fascia di prezzo massima di 50 euro, considerato che con questa cifra non si trova secondo me nulla di meglio rispetto a quello che ti offre un hosting come quello che ti propongo.

Prima di partire con la guida vera e propria, facciamo il punto della situazione e cerchiamo di capirci di più su temi come hosting, dominio, e wordpress, e vediamo quali sono le caratteristiche tecniche in base alle quali effettuare le nostre scelte. Non preoccuparti, non è nulla di complicato, andiamo a vedere tutto insieme 🙂

Hosting: cosa significa?

Prima di tutto, bisogna rispondere alla domanda che molti si chiederanno: cos’è un hosting? La maggior parte delle persone alle prese con la prima esperienza con siti e blog si chiedono non solo cosa sia un hosting ma anche a cosa serva: perché è così importante la figura dell’hosting?

Quando si parla di hosting si fa riferimento ad un servizio molto importante che consente la pubblicazione delle pagine del proprio sito su un qualsiasi computer: è proprio grazie all’hosting che possiamo leggere articoli e guide sui diversi siti presenti online, perché senza questo servizio sarebbe impossibile pubblicare le pagine di un sito.

Ma non è tutto: questo servizio ospita le pagine web su un server rendendo così accessibile e leggibile a tutti un dato sito, ha dei vantaggi che non riguardano solo la sua funzione, ma che possono essere presenti in alcuni tipi di hosting e magari essere assenti in altri tipi.

In realtà, quando parliamo di hosting non facciamo riferimento ad un solo tipo di questo servizio: vi sono hosting gratuiti e hosting a pagamento, così come è possibile trovare hosting condivisi e hosting dedicati, ognuno dei quali ha, naturalmente, dei propri vantaggi e svantaggi.

Hosting gratuito e hosting a pagamento

Un hosting gratuito è un servizio base:  un servizio piuttosto elementare che di solito si utilizza in previsione di un passaggio successivo ad un hosting a pagamento e che viene consigliato a chi non ha una grande dimestichezza con il mondo dei siti e dei blog. Sinceramente io non lo consiglio.

In effetti, trattandosi appunto di un servizio elementare, presenta solo alcune funzioni mentre sono assenti molte altre, fondamentali per un sito web professionale. Inoltre, mentre un hosting a pagamento in genere ha delle risorse specifiche – in fatto di spazio, in fatto di fruibilità, in fatto di velocità – questo non si può dire dell’hosting gratuito, che di solito offre solo il servizio di posta elettronica (una o più caselle) ed uno spazio web molto limitato.

Un’altra pecca di un hosting gratuito è l’assistenza: un hosting gratuito ha delle prestazioni poco performanti e nessuna garanzia di servizio. Ciò significa che è molto probabile che per un determinato periodo di tempo e senza alcun avviso, l’hosting non funzioni e dia quindi problemi al sito che è ospitato su di esso.

L’impossibilità di personalizzazione del dominio, e la suddivisione della banda tra altri siti ospitati sullo stesso hosting sono altri problemi presenti sicuramente in un hosting gratis ma non in un hosting a pagamento.

Attenzione! Uno degli errori comuni di chi non conosce il mondo degli hosting e si ritrova per la prima volta a dover scegliere un servizio di hosting tende a fare due errori.

  1. Scegliere il servizio di hosting base, pensando che sia più che sufficiente per il proprio sito web, e contando soprattutto sul fattore economico (non costa nulla, tanto vale provare). Molte persone consigliano di utilizzare il servizio base per un po’ di tempo, per poi passare ad uno step successivo con un hosting a pagamento, ma secondo me è meglio scegliere direttamente un hosting a pagamento perché l’investimento che faremo ci ripagherà in velocità ed affidabilità del servizio.
  2. Pensare che tutti gli hosting siano uguali, e scegliere a caso: anche questo è un errore da non commettere, perché prima di fare una scelta è importante valutare i pro e i contro del tipo di hosting a cui pensiamo di affidarci.

Hosting condiviso e hosting dedicato

Esistono poi altre tipologie di hosting, come ad esempio hosting condiviso e hosting dedicato: il primo tipo è un hosting in cui il servizio viene appunto condiviso tra diversi utenti e quindi tra diversi siti; il secondo, invece, è un servizio dedicato ad un solo sito, ovvero ospita solo ed esclusivamente il nostro spazio.

Naturalmente, anche in questo caso, la scelta dell’utente deve essere fatta pensando alle nostre reali necessità: l’hosting condiviso è più economico e saprà tranquillamente soddisfare le nostre esigenze (sempre a patto di scegliere il servizio giusto, ma per questo continua a leggere).

L’hosting dedicato invece ci serve nel caso in cui il nostro blog riceva milioni di visite al mese. Ma direi che nella stragrande maggioranza dei casi ci basta quello condiviso.

Hosting WordPress e dominio: spieghiamoci meglio

In questo articolo troverete spesso la parola dominio e le parole hosting wordpress, ma cosa significa tutto questo? Facciamo un po’ di chiarezza!

Il dominio è il nome associato all’indirizzo del sito o blog: in un sito professionale è molto importante che il dominio sia personalizzabile, e questo non è possibile – come abbiamo visto – con un hosting gratuito, che permette poche possibilità di personalizzazione.

Il servizio di hosting serve per contenere le pagine di un sito: possiamo anche possedere un dominio, ma se non abbiamo un hosting che supporta le pagine del nostro spazio, non avremo un sito vero e proprio.

WordPress è una piattaforma gratuita che permette la creazione e la pubblicazione di blog e siti web dinamici: è un programma molto interessante perché anche senza conoscere il linguaggio web ed il linguaggio di programmazione, possiamo avere comunque un sito dinamico e ricco di pagine e contenuti. Può essere quindi utilizzato sia come piattaforma per i siti e blog professionali, sia per blog di partenza.

Hosting gratuito? Un errore

È tuttavia un errore pensare che con un hosting WordPress gratuito avremo le risposte a tutte le nostre esigenze. Come ho detto prima, in tanti sostengono che inizialmente sia meglio scegliere un hosting gratuito per prendere confidenza con il settore, ma se abbiamo già delle idee per il nostro sito, affidarci ad un hosting gratuito non farà altro che rallentare il nostro percorso.

Gli svantaggi di un servizio di base sono tanti, tra cui la totale inaffidabilità dei servizi, la mancanza di personalizzazione del dominio, il pochissimo spazio in concessione all’utente: è fondamentale, inoltre, dare sin da subito un’immagine professionale, e ciò è possibile solo con il miglior Hosting WordPress presente sul mercato.

Errori più comuni nella scelta

Non preoccuparti, è successo a tutti di sbagliare! Ma se ti fiderai dei miei consigli, cercherò di farti capire perché è importante scegliere l’hosting che ti sto per consigliare.

Gli errori più comuni di chi è alle prese per la prima volta con un servizio di hosting sono:

  1. Fidarsi della pubblicità online: tante persone, prese dall’entusiasmo, si fidano dell’hosting più pubblicizzato online, dimenticando che non sempre la qualità è accompagnata da tanta pubblicità. Si pensa che proprio perché è molto pubblicizzato, l’hosting sia anche il migliore in assoluto per quel che riguarda affidabilità, qualità del servizio, e posizionamento nei motori di ricerca.
  2. Fidarsi del passaparola: in questo caso, è molto comune che una persona poco esperta chieda ad amici – spesso altrettanto poco esperti – di consigliare un hosting wordpress che risponda alle proprie necessità. Ma non sempre è la scelta giusta!
  3. Essere frettolosi: la fretta è una cattiva consigliera. Prima di scegliere il nostro hosting wordpress dobbiamo valutare ciò che offre il mercato, capire perché è importante che un hosting sia di alta qualità e cosa fa la differenza.

Il mio errore: non farlo anche tu!

Anche io sono stato vittima di errori in fatto di hosting. Anche se ero molto più addentrato nel settore rispetto a molti altri miei coetanei, in quanto autodidatta mi sono affidato spesso alla pubblicità ed alle recensioni, almeno all’inizio.

Uno degli hosting che ho provato prima di passare a SiteGround è Bluehost: secondo me è uno degli esempi più lampanti di quanto ho detto prima, parlando di recensioni e pubblicità ingannevoli.

Ti racconto perché.

Un giorno, nella mia ricerca dell’hosting perfetto per il mio blog, mi ritrovai a leggere le varie recensioni che si trovavano online, e mi imbattei in questo servizio di hosting, che veniva presentato come uno dei migliori in assoluto nel settore.

So che in tanto ritengono e sostengono a gran voce che si tratta di un servizio di hosting molto affidabile, preciso e sicuro, ma la mia esperienza è stata ben diversa.

Ecco i motivi:

  1. Il mio sito era più lento di una tartaruga. Nonostante facessi degli sforzi incredibili per migliorare la velocità del sito, era sempre molto lento, ed avevo la sensazione che qualcosa non stessa andando per il verso giusto.
  2. Indicizzazione scarsa. Facevo di tutto per migliorare la situazione anche a livello di ottimizzazione SEO, ma l’indicizzazione era sempre scarsa.
  3. Sempre meno visitatori. Mi sembrava di andare controcorrente: mentre io cercavo di far quadrare i conti il più possibile, mentre mi impegnavo a pubblicare contenuti di qualità, mentre lavoravo sulle keyword e sul SEO, i visitatori erano sempre di meno.

Era abbastanza chiaro che qualcosa non andava!

La domanda che potresti farmi è: ‘Come mai allora Bluehost è così ben recensito?!

Ti ricordi quando ti ho detto che le recensioni sono spesso pagate dagli hosting wordpress? Ecco, questo è uno degli esempi lampanti di quanto accade: poiché vi sono utenti che vengono pagati con commissioni ben precise in base alla quantità di nuovi clienti portati, è abbastanza comprensibile ciò che è accaduto in questo caso.

Tra l’altro, Bluehost è uno degli hosting wordpress che paga più di tutti: ecco perchè tutti lo consigliano!

Ed ecco che mi aspetto un’altra domanda: ‘Cosa possiamo fare per rendere più veloce un hosting lento?

Non c’è altra soluzione, bisogna cambiare hosting. Scegliere quello che è realmente più veloce e ricco di prestazioni, e non solo ricco di recensioni positive.

Non lo dico solo io.

Qualche tempo fa mi è capitato di incontrare Giorgio, uno dei più importanti ed esperti SEO nel nostro paese, e mi ha fatto una rivelazione importante: anche la scelta dell’hosting wordpress ha un peso sulla SEO – la Search Engine Optimization – e può influire moltissimo sulla performance del nostro sito.

Non ci credi?

Guarda tu stesso! Ho utilizzato il famoso pingdom.com per effettuare dei test sulla velocità di caricamento. Ho fatto dei test con siti web che usano hosting low cost, italiani e stranieri, e mediamente ho sempre ottenuto questi risultati:

test velocità altri hosting

Come si legge mediamente questi siti sono più lenti del 60-65% dei siti in rete, un risultato molto negativo!

Poi ho eseguito dei test con siti web che usano SiteGround, e ho sempre ottenuto risultati come questo:

hosting veloce 2015

Siti web più veloci del 90% degli altri siti in rete, un risultato clamoroso!!

Hai notato la differenza?

Te la spiego io:

  • Il primo sito ha una velocità molto lenta, ci mette oltre 4 secondi per caricarsi, ed è di oltre il 60% più lento rispetto agli altri siti
  • Il secondo sito è quello che adesso si trova sotto SiteGround: come vedi, la velocità è schizzata verso l’alto, raggiungendo il 90% in più rispetto a tutti gli altri siti testati. Si carica infatti in un solo secondo!!

E adesso, parliamo di dati! Guarda il grafico qui sotto: come ti ho già spiegato, vi è una relazione molto importante tra il comportamento degli utenti che visitano un sito o un blog e la velocità dello stesso.

abbandono delle visite per siti lenti

Come vedi, più lento sarà il sito, più tempo ci metterà ad effettuare il caricamento delle pagine e dei contenuti, più i tuoi visitatori diminuiranno: è un dato di fatto!

La velocità è uno degli elementi più importanti che determinano il successo di un sito ed il grado di soddisfazione degli utenti: se il caricamento ci mette oltre 4 secondi di tempo, il 25% dei visitatori abbandona il sito. Il problema non è solo questo: se un solo visitatore abbandona il sito perché lo ritiene lento, oltre a non tornarci più, farà quasi sicuramente pubblicità negativa spingendo così altri utenti a fare lo stesso.

E tutto ciò si traduce in: meno visibilità e meno guadagni!

Elementi indispensabili per un hosting di successo

 

È capitato anche a me, e sicuramente sarà successo ad altri utenti un po’ spaesati che, alla prima esperienza, si sono fidati di hosting gratuiti per la loro particolare economicità, oppure di hosting famosi perché certi che non avrebbero avuto alcun problema o rallentamento.

Adesso ti spiego perché è importante scegliere sin da subito un hosting WordPress come SiteGround, e quali sono gli elementi veramente indispensabili per un hosting di successo.

 

  1. La velocità. Quante volte ti sarà capitato di cliccare su un link di un sito web su Google – perché magari quel sito conteneva un’informazione importante che volevi leggere – e ritrovarti immerso nella pubblicità ed in un sito talmente lento da impedire il caricamento delle pagine? Ebbene, cosa hai fatto? Esattamente ciò che fanno tantissimi utenti, hai abbandonato il sito. Pensa se quel sito fosse il tuo: puoi aver ottimizzato dal punto di vista SEO il tuo sito, puoi aver scritto tantissimi articoli interessanti, con le giuste keyword, puoi aver pubblicizzato tantissimo i tuoi contenuti, ma se il sito è lento, se il sito non è fruibile, se il sito ha una velocità di caricamento pari a quella di una lumaca, perderai visitatori.
  2. L’affidabilità del servizio. La cosa peggiore che possa capitare ad un proprietario di un sito web sia quella di avere il proprio sito bloccato ed inaccessibile per un periodo di tempo indefinito, e non poter fare nulla per ripristinare in poco tempo la situazione. Ciò succede spesso con hosting gratuiti – che come abbiamo detto non hanno alcuna sicurezza in fatto di affidabilità – e può capitare anche con hosting condivisi. Non succede, invece, con SiteGround, che io trovo assolutamente veloce, affidabile e garantito!
  3. Possibilità di personalizzazione del dominio. Non è sicuramente il primo elemento che considero valido per la scelta di un hosting, ma anche questo fa la sua parte. Chi possiede un sito web professionale sa quanto sia importante, per la sua immagine, poter contare sulla personalizzazione del nome del sito!

… E SiteGround ce li ha tutti!

miglior hosting wordpress

Non è così semplice trovare un hosting WordPress che abbia tutte le caratteristiche elencate: in alcuni casi può mancare la possibilità di personalizzazione, in altri casi non c’è l’affidabilità del servizio o la garanzia.

E soprattutto: trasparenza, qualità del servizio, ed affidabilità sono qualità verificate.

E allora perché non fidarsi degli altri hosting, magari anche sapientemente recensiti?

  1. Attenzione alle recensioni: molto spesso le recensioni sono effettuate sulla base di caratteristiche tecniche indicate dai fornitori, non da utenti che hanno già utilizzato quello specifico hosting e che, quindi, potrebbero offrire dei parametri verificati sulle effettive prestazioni del servizio.
  2. Attenzione alle pubblicità: non fidarti solo dei numeri e delle immagini di chi sostiene che quel dato hosting ha spazio illimitato e banda illimitata, e chi più ne ha più ne metta. È importantissimo che ai numeri vengano associate delle testimonianze vere, come questa: il noto Francesco Michelini, web designer tra i più ricercati e famosi in Italia, ha espressamente riconosciuto la qualità del servizio offerto da Siteground:testimonial

Cosa offre SiteGround e perché fidarsi

Se ho fatto tutte queste premesse è perché sono convinto che SiteGround sia la soluzione ottimale per tutti coloro che, del proprio sito web, vogliono fare uno spazio altamente professionale, e con determinate caratteristiche come:

  • Affidabilità;
  • Velocità del sito;
  • Garanzia del servizio;
  • Ottima indicizzazione;
  • Ottima risposta da parte degli utenti;
  • Incremento dei guadagni.

Nessuno specchietto per allodole, nessuna recensione falsata, ma semplicemente l’esperienza che io stesso ho fatto e che mi ha portato a considerare questo hosting WordPress come uno dei migliori in circolazione. 

Ma perché fidarsi di SiteGround?

Prima di tutto perché, a differenza di molti altri, possiede ben tre datacenter sparsi tra Chicago, Amsterdam e Singapore ed una vera e propria ottimizzazione per le due piattaforme più in uso, come WordPress e Joomla.

Se non hai ancora scelto il tuo hosting WordPress per il tuo sito, non attendere oltre e soprattutto non fossilizzarti sulla pubblicità e sulle recensioni che trovi online: hai già trovato quello che fa per te, e si chiama SiteGround!

Ecco alcune delle caratteristiche che potrai trovare:

  • Velocità di visualizzazione raddoppiata;
  • Ottimizzazione, grazie al miglioramento del posizionamento;
  • Aumento del traffico organico, delle condivisioni, e della visibilità;
  • Aumento del tempo di permanenza nel sito;
  • Maggiore numero di utenti.

Se invece hai già un sito che è ospitato da un altro hosting, so già a cosa stai pensando: la migrazione dei dati ed il trasferimento sono una vera e propria rogna per tanti, perché richiedono tempo e pazienza. Ma non con SiteGround!

Io stesso, la prima volta che provato questo hosting, ho dovuto migrare il mio sito web dal vecchio hosting al nuovo, e pensavo che, come spesso accade, sarei andato incontro a milioni di problemi, difficoltà con il servizio clienti, difficoltà con il trasferimento dei dati, e via dicendo.

E invece? In pochissimo passi, e grazie all’aiuto del servizio clienti di SiteGround, la migrazione è stata fatta velocemente ed in maniera molto semplice, e soprattutto senza che io dovessi fare nulla, oltre alla registrazione all’hosting e l’avvio delle procedure di migrazione.

Migrazione dati: in quanto tempo e come avviene

Nel mio caso, la migrazione dei dati è stata veramente una passeggiata. Ho solo dovuto iscrivermi con i miei dati al servizio, e richiedere il trasferimento del mio sito web.

La migrazione è avvenuta in circa due ore, forse anche meno: il tempo di uscire per fare alcune commissioni e, ritornato a casa, ho controllato la mia casella di posta elettronica e lo staff di Siteground mi aveva già mandato una email in cui confermava l’avvenuto trasferimento. Incredibile, no?

Eppure è andata davvero così!

Io mastico un po’ di questo mondo perché lavoro con i siti web da molto tempo, e per me comunque dover affrontare qualche problema o un po’ di lentezza non sarebbe stato un dramma, anche perché sono abbastanza abituato alla lentezza di queste cose. Ma SiteGround è ottimo anche per chi è alle prime armi, perché la velocità e soprattutto la qualità del servizio rendono il trasferimento molto semplice, quasi automatico.

Ecco perché lo consiglio non solo a chi ha già da tempo un sito, ma anche a chi si trova alla sua prima esperienza!

Cosa succede dopo il trasferimento

Una volta che il sito è stato trasferito, ti aspetteresti un po’ di lentezza iniziale, senza dubbio dovuta ai tempi di assestamento: in realtà, nel mio caso non c’è stato alcun assestamento, anzi!

Ho fatto qualche piccola verifica sulla velocità di caricamento, ed è notato che il sito andava velocissimo sin da subito!

Guarda tu stesso!

test post siteground

… E quali sono gli elementi positivi che si notano subito dopo la migrazione

La prima cosa che noterai subito dopo la migrazione dei tuoi dati è senza dubbio la velocità del sito: è uno dei primi elementi positivi che non possono sfuggire ai tuoi occhi, ma con il passare dei giorni ti renderai conto che le caratteristiche positive saranno sempre di più, e rimarrai senza dubbio soddisfatto!

  • Aumento della velocità: anche se la velocità è una caratteristica che noterai subito, vedrai che nel giro di qualche giorno anche Google si renderà conto dell’importante cambiamento che è avvenuto, e ciò sarà molto fruttuoso perché predisporrà il tuo sito ad un migliore posizionamento nei risultati di ricerca;
  • Aumento dei visitatori: se il tuo sito è veloce, se il caricamento delle pagine e dei contenuti è fluido, Google ti posizionerà in alto tra i risultati di ricerca ed i visitatori non tarderanno ad arrivare. Se ci sarà un aumento di visitatori, avrai ottime possibilità che vengano incrementati anche i contatti, gli iscritti alla newsletter, ed ovviamente anche i guadagni.

Le caratteristiche di SiteGround

Ma quali sono le caratteristiche di questo hosting WordPress, e perché è considerato uno dei migliori in assoluto? Scopriamolo insieme!

  1. È semplice e permette di creare un sito in pochi passaggi: come ho già detto, non tutti sono esperti creatori di siti web, e la semplicità di utilizzo di SiteGround lo rende uno dei migliori in assoluto anche perché è alla facile portata di tutti. Basta semplicemente acquistare il dominio, installare Wodpress, ed in pochissimo passaggi avrai creato il tuo sito web!
  2. Facile e veloce migrazione dati: anche chi ha già un sito ospitato da un altro provider di servizi può utilizzare SiteGround con estrema facilità, anche perché la migrazione dei dati è semplice, veloce, ed automatica. Bastano pochissimo passaggi, e la migrazione è completata!
  3. Velocità di assistenza: SiteGround offre una velocità di assistenza che non ha precedenti. Lo staff è sempre a disposizione dell’utente, con una assistenza tecnica presente tutti giorni, 24 ore su 24, anche in italiano! Per qualunque problema, non ti resterà che contattare il servizio clienti con una email in cui avrai specificato il tuo problema, ed in pochissimo tempo otterrai le tue risposte!
  4. Il dominio è gratis: se scegli SiteGround, non dovrai pagare il costo del dominio, perché il servizio di hosting te lo offre in maniera totalmente gratuita!
  5. È sicuro ed affidabile: quanti gestori di siti web sanno quanto sia importante che un hosting controlli i plugin e sia affidabile? Grazie a SiteGround avrai il tuo sito sempre controllato, con un tuo account che rimarrà separato da tutti gli altri!

SuperCacher: il segreto della velocità di SiteGround

Ma come fa SiteGround ad essere così veloce?

Una delle caratteristiche principali di SiteGround di cui ho ampiamente parlato è la velocità: velocità di caricamento dei dati e delle pagine del sito, che si trasforma in un guadagno per il proprietario del sito, sia in fatto di posizionamento nei risultati di ricerca, sia nell’aumento degli utenti e, quindi, dei guadagni.

Ma come è possibile che SiteGround sia così veloce rispetto ad altri servizi di hosting?

Il suo asso nella manica è SuperCacher: si tratta di un servizio tecnicamente eccellente, che è appositamente studiato per la massimizzazione delle prestazioni tecniche della piattaforma WordPress. Si attiva in un click, e permette di aumentare il numero di viste simultanee, attraverso una consistente riduzione del tempo di caricamento.

Quanto costa?

Veniamo alla dota nolente: quanto costa SiteGround?

Penserai che, con tutto ciò che offre questo hosting, ti toccherà pagare fior di centinaia di euro. E qui ti sbagli: infatti, a differenza di quanto potresti immaginare, il prezzo di questo servizio di hosting, con tutte le caratteristiche positive che ti ho elencato (e molte altre ancora), è molto più basso di quanto tu non possa immaginare!

Si parla di circa 90 euro, con oscillazioni in base ai servizi accessori: il prezzo comunque non supera di molto gli altri hosting più noti, con la differenza che con SiteGround potrai fare davvero grandi cose!

E se alla fine non sei convinto, SiteGround ti offre la formula ‘soddisfatti o rimborsati’! Significa che, se dopo un mese di ‘prova’ non sarai convinto o non ti sarai trovato bene con questo servizio, potrai chiedere il rimborso totale dei soldi spesi.

Ma sono sicuro che non lo farai! Scommettiamo?